Migranti ambientali

Giornata di studio (1°) - Le Cause

Analisi storica, culturale, politica ed economica
sui flussi di popolazione che migrano per cause ambientali

13 Aprile 2024 - Ore 9.00-18,30

corso in presenza e in diretta online

Fabbrica Delle "e" - Corso Trapani 91/B
Torino

Il movimento di popolazioni, che rappresenta un elemento costitutivo dell’esperienza umana, ha finito per trasformarsi oggi, nella maggioranza dei casi, in una scelta obbligata, come nel caso delle migrazioni dovute a persecuzioni, povertà, violenza, guerra.

Di cosa parleremo:

Oggi milioni di persone sono costrette ad abbandonare le proprie case e i propri territori a causa di motivazioni di natura ambientale come conseguenza, ad esempio, di eventi catastrofici di breve durata o come conseguenza di processi ambientali di lungo periodo causati dall’intervento umano (siccità, desertificazione, salinizzazione delle acque dolci, innalzamento del livello del mare) o ancora in seguito a conflitti causati dal controllo delle risorse naturali.

I popoli hanno sempre migrato per motivazioni legate all’ambiente, ma quello che oggi maggiormente preoccupa è la pervasività con cui le popolazioni, soprattutto dei Paesi con economie fragili, intraprendono veri e propri esodi per garantirsi la sopravvivenza. La crisi climatica ha quindi non poche ripercussioni sulla società e sull’economia. L’agire umano è influenzato ed influenza l’ambiente ed è proprio questa interazione a dar vita ad un processo di trasformazione territoriale che genera milioni di spostamenti. Il corso indagherà le cause storiche, economiche, culturali e di esercizio dei vari poteri che stanno alla radice di tutto questo.

 

Destinatari:

il corso si rivolge a enti ed associazioni che lavorano con il tema delle migrazioni a diverso titolo; operatori dell’accoglienza, personale socio/sanitario, studenti universitari e ricercatori, neolaureati e giovani professionisti, avvocati e giuristi, responsabili del mondo imprenditoriale profit e del terzo settore che lavorano nell’ambito dell’economia circolare e delle risorse rinnovabili, insegnanti e persone interessate a comprendere le cause e le possibili azioni da attuare in un’epoca storica non a caso definita Antropocene per definire il peso che l’operare degli umani hanno sul destino di tutta la nostra Madre Terra.

 

Relatori :

Marco Aime, docente di antropologia presso l’Università di Genova

Stefano Allievi, docente di Sociologia presso l’Università di Padova

Stefano Liberti, giornalista e scrittore

Andrea de Georgio, giornalista

Alice Odingo, docente di geografia presso l’Università di Nairobi

Sara Bonfanti, ricercatrice Università di Genova e Bergamo

MariaLuisa Gutierrez, Università di Genova

Ornella Obert, giurista e responsabile di Oltre lo specchio

Partner:

Informazioni utili

Il costo del corso è: 30 euro

Il costo del corso è: 30 euro

MODALITÁ E CONTRIBUTO D’ISCRIZIONE • Il costo del corso (online e in presenza) è pari a 30 Euro.

Per informazioni rivolgersi alla sede di Casacomune, tel. 011 3841049, mail: casacomune.laudatoqui@gmail.com – fax: 011 3841092.

  • Chi desidera la fattura della quota del corso deve chiederla al momento dell’iscrizione inserendo i dati esatti dell’intestazione (nome, cognome, indirizzo completo, codice fiscale, partita iva, ecc.).
  • Per gli insegnanti: Casacomune – aps, in collaborazione con l’Associazione Gruppo Abele Onlus, ente accreditato per la formazione presso il MIUR, offre la possibilità agli insegnanti di coprire i costi della quota del corso usando il Bonus di 500 Euro introdotto dalla legge 107/2015 “Buona scuola”.
  • Il programma potrebbe subire delle minime variazioni.
  • Facebook @Casacomune instagram: casa.comune • Visita il nostro sito www.casacomunelaudatoqui.org